Terapie

Studio Fisioterapico

Riabilitazione disfunzioni Pavimento Pelvico

Via Trieste 235/A 63821- Porto Sant'Elpidio (lungomare nord - fronte pineta)

Orari di Apertura: dall Lunedì al Venerdi 9.00 - 12.30 / 15.00 - 19.30 Sabato su Appuntamento - Tel. Fax 0734 902127

LE TECNICHE FISIOTERAPIACHE

La fisioterapia utilizza metodi di trattamento che possono essere classificati nei seguenti raggruppamenti:

  • Valutazione o diagnosi fisioterapica, compresa l’anamnesi, la valutazione del caso, la determinazione degli obiettivi e la programmazione del trattamento. Comprende la valutazione di protesi e ortesi e l'eventuale prescrizione di ausili.
  • Chinesiterapia (chinesiterapia segmentaria, chinesiterapia passiva, mobilizzazione articolare, mobilizzazione passiva e mobilizzazione attiva, rinforzo muscolare, rieducazione isocinetica, meccanoterapia, ginnastica in piscina, estensioni vertebrali, trazioni vertebrali manuali, trazioni vertebrali meccaniche, etc.)
  • Rieducazione Motoria
  • Rieducazione funzionale
  • Rieducazione propriocettiva
  • Massoterapia generale (massaggio manuale, massaggio locale, massaggio muscolare, massoterapia distrettuale, massaggio del tessuto connettivo, massoterapia reflessogena, idromassaggio, massaggio sott'acqua, massaggio terapeutico e sportivo)

Terapia fisica, suddivisa in:

  • Elettroterapia analgesica (ionoforesi, tens, galvanica, diadinamica, correnti interferenziali, correnti esponenziali, correnti di Kotz, ecc.)
  • Elettroterapia stimolante (esponenziale o faradica)
  • Elettroterapia perineale (tens, alto voltaggio ecc.)
  • Biofeedback
  • Termoterapia (Ultravioletti, infrarossi, radiofrequenza, radar, marconi, diatermia, applicazioni di fango e di paraffina, impacchi e compresse calde, aria calda, crioterapia, applicazione di ghiaccio, impacchi e compresse fredde)
  • Meccanoterapia (Tecarterapia, ultrasuonoterapia, fissa o a massaggio)
  • Laserterapia (I.R., E.N., CO2)
  • Magnetoterapia
  • Altre terapie fisiche
  • Terapia manuale, che riguarda il trattamento dei disordini muscoloscheletrici attraverso la manipolazione dei tessuti molli, della fascia e della struttura neuromuscoloscheletrica; esistono vari orientamenti tra cui: il metodo di Bienfait, l'Osteopatia, il metodo Ciriax, il metodo McKenzie, il concetto Kaltenborn, il concetto Maitland e altre Terapie Manuali di mobilizzazione-manipolazione, definibili anche come Terapie miofasciali o neuromuscolari.
  • Idroterapia (bagni elettrici, bagni ipertermici, docce e bagni medicali, terapia termale)
  • Linfodrenaggio (manuale o strumentale)
  • Rieducazione neuromotoria, in risposta ai problemi riabilitativi posti dalle gravi patologie neurologiche centrali e periferiche. Si tratta di metodiche basate su meccanismi neurovegetativi riflessi, chiamate anche in alcuni contesti, "Tecniche di facilitazione neuromuscolare". Hanno avuto un grande sviluppo a partire dagli anni sessanta. Tra queste tecniche, ricordiamo, tuttora utilizzate,
  • Metodo di Vojta
  • Metodo di Kabat
  • Metodo di Bobath
  • a partire dagli anni settanta si è sviluppato il filone dell'esercizio terapeutico conoscitivo (o metodo Perfetti) oggi evolutosi nella "riabilitazione cognitiva"
  • da non dimenticare il Metodo Grimaldi, nato per il trattamento dell'emiplegico profondo.

 

Rieducazione posturale che può comprendere tecniche di rilasciamento e allineamento posturale, la Ginnastica Correttiva in passato chiamata anche ginnastica medica, indirizzata al trattamento dei vizi posturali della colonna vertebrale (es. atteggiamento cifo-lordotico o scoliotico) e di alcuni difetti di natura ortopedica degli arti inferiori (ginocchio varo o valgo, piede piatto o cavo, ecc), abbondantemente superata dalle moderne tecniche di rieducazione posturale, tra cui il "Riequilibrio della struttura muscolare" della Meziérés e la Rieducazione posturale globale di Souchard